“Come valuto il Verona? Il tifoso ora si aggrappa alla fede. Il progetto si è capito negli anni, hanno fatto plusvalenze importanti. Se dovesse arrivare Ribery, è ancora talentuoso, anche se non è Zaccagni. Pensavo potessero avere di più da Zaccagni, però all’ultimo così va bene la cessione. Ha un allenatore che vuole rifarsi dopo anni non esaltanti ed è partito con due buone prestazioni. Deve ritrovare una quadratura a livello difensivo, che c’era con Juric. Davanti Simeone può dare una grossa mano. Io ero convinto che Juric rimanesse, anche se dopo la salvezza qualcosa c’è stato. Di Francesco credo possa giocarsela, ha mantenuto inizialmente l’intelaiatura di Juric. Credo che piano piano troveranno la giusta quadratura. Toni poi sta lavorando per Ribery, potrebbe infiammare la piazza. Di Francesco senza paura ha lanciato Cancellieri? Finalmente. Il successo nostro all’Europeo è dovuto ai giovani e al farli giocare nei club e farli crescere. Così si valorizza il nostro prodotto. Io credo che Lovato all’Atalanta può diventare un giocatore interessante per il suo ruolo. È importante che questi allenatori abbiano la capacità di rischiare” ha dichiarato a tmw radio, l’ex gialloblù Antonio Di Gennaro.