“Durante la sosta abbiamo avuto lo svantaggio, come tante altre squadre, di non avere a disposizione i nazionali. Ma siamo riusciti a lavorare tantissimo, puntando sulla continuità di prestazione che è quello che ci è mancato nelle prime due gare. Abbiamo messo più benzina nelle gambe dei ragazzi. Difesa a quattro? No, perché dobbiamo dare continuità. Sono convinto che questa squadra la troverà perché si stanno tutti applicando molto bene. Bologna primo esame? Tutto diventa un aspetto mentale. Al Dall’Ara vogliamo uscire con un risultato positivo. Ci leghiamo tanto ai risultati e tutti noi meritiamo un risultato positivo. Simeone? Con l’Inter potevamo anche gestire meglio gli slot, avrei voluto inserire Giovanni ma non c’è stato modo. Domani invece sarà sicuramente della partita e partirà dal 1’. Caprari? Deciderò domani dopo la rifinitura che svolgeremo a Bologna. Veloso è in dubbio, come Ceccherini. Capirete le mie scelte domani quando divulgheremo i convocati. Ilic? In questo momento, il suo ruolo ideale e tra i due in mezzo in campo. Ivan non deve perdere l’umiltà che lo sta distinguendo in sede di allenamento. Come valuto il mercato e la partenza di Zaccagni? Sono arrivati giocatori funzionali alle mie idee, ma non posso negare che mi è dispiaciuto tantissimo perdere Mattia anche se ero a conoscenza di questa possibilità. Caprari ha caratteristiche differenti ma può ricoprire il suo ruolo, come Bessa che si sta allenando molto bene o Cancellieri. La cosa più importante è che noi dobbiamo sempre ragionare da squadra. Se è il Verona di Di Francesco? In parte alcune cose si sono viste. Ho scelto di continuare su quanto fatto in passato perché condivido alcune scelte. Non vedrete mai questa squadra prendere schiaffi. Le mie idee le sto inserendo ma occorre tempo. Ma quello che conta sono sempre i risultati ed oggi serve fare punti. Se non recupera Ceccherini, Dawidowicz o Sutalo? Sono tornati tutti e due dalle nazionali e tengo in considerazione entrambi. Sono in ballottaggio per domani. Frabotta e Ruegg di sicuro non saranno convocati perché sono infortunati. Entrambi dovrebbero tornare a disposizione tra qualche giorno e ho grande fiducia nel lavoro dello staff sanitario gialloblù. A Bologna senza tifosi? Grande dispiacere per noi e grande vantaggio per loro” ha dichiarato l’allenatore dell’Hellas Verona, alla vigilia della sfida del Dall’Ara.