Già da qualche tempo la società di via Belgio sta lavorando in vista della prossima stagione. Uno dei fronti sui quali il club gialloblù sta investendo parecchio tempo è quello relativo alla questione Hector Tito Villalba, giovane talento del San Lorenzo de Almagro.

Le ultime prestazioni offerte dal giocatore hanno alimentato l’interesse di alcuni club importanti, ma ad oggi è sempre l’Hellas Verona FC ad avere le maggiori credenziali per una conclusione positiva dell’operazione. La società gialloblù è in vantaggio, rispetto ad altre compagini, per una serie di motivazioni: la prima è rappresentata dalla grande intesa fra l’entourage del calciatore (Marchione e Triulzi), lo stesso che ha curato i trasferimenti di Iturbe e Cirigliano, e il direttore Sogliano. La seconda è invece rappresentata dal grande ambiente e dall’impatto positivo riscontrati da Juan Iturbe. L’ambiente giusto, che Villalba ed agenti considerano ottimale per una crescita graduale. Verona dunque come ambiente ideale per approdare in Europa senza rischiare di calcare palcoscenici forse troppo importanti e quindi con maggiori rischi di bruciarsi in poco tempo. Infine la terza motivazione è l’anticipo col quale l’Hellas è piombato sul giocatore rispetto alle pretendenti. L’ennesimo buon lavoro in ambito scouting targato Gemmi&Sogliano e una serie di contatti importanti in Sudamerica hanno permesso ai responsabili del mercato gialloblù di anticipare tutti, costruendo fin da subito quell’intesa che anche in questa occasione potrebbe rivelarsi vincente e decisiva in fase di trattativa.

I contatti fra Hellas Verona e San Lorenzo continuano ad essere molto frequenti, come anche fra rappresentanti del calciatore e Sogliano. A cinque giornate dal termine del campionato, il mercato gialloblù è già in fermento. Sogliano punta dritto su Villalba, fantasista argentino in scadenza di contratto a dicembre 2015.