Roma, 28 luglio 2021 – Da una nota pubblicata sul vostro sito apprendiamo che la partita Hellas Verona – Modena, in programma domani, giovedì 29 luglio, alle ore 17, a Peschiera, è “a porte chiuse” anche per gli organi di informazione Questo rappresenta una evidente e inaccettabile limitazione al diritto di cronaca e al pluralismo dell’informazione, ma anche all’esercizio del diritto al lavoro, negato a colleghi e colleghe giornalisti e fotografi.

Federazione Nazionale della Stampa (Fnsi) e Unione Stampa Sportiva Italiana (Ussi) ricordano a Hellas Verona che negare l’accesso e la possibilità di produrre contenuti autonomi rappresenta una grave violazione, che Fnsi e Ussi condannano e contro la quale interverranno anche in sede legale.

Argomentare questa esclusione con “motivi logistici e organizzativi legati al rispetto delle normative vigenti” non solo è pretestuosa, ma non trova alcun fondamento nel protocollo approvato dalla Figc e in vigore dal 1° luglio 2021. Non è prevista alcuna ‘bolla’ per gli operatori dell’informazione.

Fnsi e Ussi chiedono a Hellas Verona di rivedere una decisione che viola anche sentenze della Corte Costituzionale (n°105/1972) e di consentire l’accesso a giornalisti, fotografi e operatori dell’immagine. Mettere a disposizione foto e la visione della gara su facebook non assolve al diritto di cronaca e va, invece, verso una omologazione dell’informazione contro la quale Fnsi e Ussi sono pronte ad agire in ogni sede.

Fnsi e Ussi ricordano anche a chi, nella società, si occupa di comunicazione che, se iscritto all’Ordine dei giornalisti, non deve tenere comportamenti contrari alla deontologia, quale è negare l’esercizio del diritto di cronaca: ogni violazione, in tal senso, sarà segnalata agli organismi di disciplina della categoria.

Unione Stampa Sportiva Italiana e Federazione Nazionale Stampa Italiana