“Sarà un Verona aggressivo. Diverso dalla scorsa stagione, ma aggressivo. Il primo impatto con Di Francesco? Buono. La mentalità è sempre quella di aggredire la partita, di lottare, di non aspettare. La salvezza è il nostro primo obiettivo. Poi, da ambizioso quale sono, mi piacerebbe rimanere nella parte sinistra della classifica. Il ricordo più significativo legato alla scorsa stagione? Tanti, tante vittorie, tanti momenti esaltanti. Penso, però, a due partite in particolare: la vittoria dell’Olimpico contro la Lazio. Ho pure segnato. Ma poi, anche vincere a Bergamo contro l’Atalanta è stato momento felice della stagione. La guida del “nuovo” Verona? Veloso è un punto fermo, è il nostro capitano, è giocatore di grande esperienza. Lui vale tanto. Ma il concetto da sottolineare è che siamo tutti importanti, siamo in tanti ad essere importanti. L’Hellas ha bisogno di affermarsi attraverso lo sforzo di tutto il gruppo” ha dichiarato a L’Arena il centrocampista dell’Hellas Verona, Adrien Tameze.