STADIO BENTEGODI: 30.000 EURO DI LAVORI PER LA PRIMA PARTITA CASALINGA DELL’HELLAS VERONA, PIÙ 20.000 PER REDIGERE UN PIANO MANUTENTIVO ANNUALE NECESSARIO AI FINI DEL MANTENIMENTO DELL’IDONEITÀ STATICA, DA POCO RINNOVATA FINO AL 2031.

Il campionato di calcio è alle porte e lo stadio Bentegodi si farà trovare pronto. Nei prossimi giorni partiranno una serie di lavori che permetteranno di mettere a norma l’impianto in modo da poter svolgere regolarmente le partite del massimo campionato di calcio.

Infatti, a seguito di una serie di controlli eseguiti dall’amministrazione Comunale e da organi competenti esterni quali la Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, si svolgeranno a breve dei lavori urgenti.

Il Bentegodi, essendo stato costruito nel 1963, è soggetto periodicamente ad interventi per poter rispettare tutta una serie di norme, dall’ordine pubblico alla sicurezza, con via di fughe e impianto antincendio, così come le prescrizioni per rispondere alle esigenze televisive legate ai diritti tv.

Per garantire l’idoneità statica dello Stadio fino al 2031 dovrà essere predisposto un piano di manutenzione annuale e un apposito studio di vulnerabilità sismica strutturale. Inoltre sono state predisposte la sostituzione dei vetri dei bagni con delle griglie al fine di migliorare l’areazione, la pulizia straordinaria dell’impianto di manutenzione dei servizi igienici a causa del tanto guano depositato dai piccioni, e la sistemazione della segnaletica di sicurezza. Di questi lavori se ne farà carico il Comune per un importo di circa 30 mila euro.

Ad annunciare i lavori è stato l’assessore all’Edilizia sportiva Andrea Bassi.

“Il rinnovo dell’idoneità statica è per noi una buona notizia, e provvederemo a fare i due interventi richiesti – ha detto Bassi -. Manca poco alla ripresa del campionato, ci faremo trovare pronti. Visti gli anni del Bentegodi, è normale e doveroso intervenire per mantenerlo a norma, rispettando determinati crismi per poter ospitare manifestazioni di ambito nazionale”.