“Sacrificio, garra, questo è il mio input per andare sempre avanti, lottare su ogni pallone. Tutti i giorni. Io sono così. Perché non ho giocato con l’Inter? Ero arrivato un giorno prima, è stato tutto troppo veloce, avevo solo un allenamento con la nuova squadra ed è giusto che abbia giocato chi ha avuto modo di preparare meglio la gara. Finalmente Verona? È da due anni che c’era la possibilità di venire qui ed ora, nel momento giusto, sono arrivato. Mi identifico molto in questo gruppo ed ambiente. Cosa mi hanno detto Rafael e papà del mio approdo in gialloblù? Rafa mi ha sempre detto che questa è la città più bella d’Italia, me ne ha parlato molto bene. Anche papà è molto entusiasta del mio trasferimento al Verona, con lui mi confronto sempre. Sono una persona che cerca sempre di migliorarsi, tutti i giorni, sono molto critico con me stesso. Quando mi ha chiamato D’Amico ci siamo subito trovati. Verona credo sia il posto giusto per continuare a crescere e migliorare. Come preferisco giocare? L’importante è sempre il bene della squadra. Dobbiamo trovare un buon equilibrio, con tutti. Posso giocare comunque sia da solo che in coppia in attacco. Ribéry? Sono stato poco con lui a Firenze, ma ho notato subito la sua professionalità. Se sono pronto per esordire? Sono a completa disposizione, fisicamente mi sento molto bene. Ho grandi motivazioni. Che Di Francesco ho ritrovato? Una persona serena, molto contenta della squadra e del mio arrivo. È un anno molto importante per l’Hellas Verona e la salvezza è il nostro obiettivo. Cosa rappresenta Verona per me? È una possibilità per continuare a crescere. Mi trovo molto bene, ho voluto e scelto Verona, sono davvero felice di questa opportunità. Obiettivo gol? Non ho un numero, l’unica cosa che posso dire è che darò sempre tutto a favore della squadra. Pronto all’esordio? Lo sono, ma spetta al mister decidere. Come è nata la trattativa? C’erano anche altre possibilità, ma quando mi ha chiamato il direttore ho capito subito il loro grande interesse. Sono sempre stato chiaro con D’Amico e gli ho subito detto che volevo l’Hellas” ha dichiarato l’attaccante dell’Hellas Verona, Giovanni Simeone.