Vigilia di campionato per la Primavera gialloblù, che nel pomeriggio di domani – sabato 28 agosto, alle ore 15 – ospiterà l’Empoli Campione d’Italia in carica all’Antistadio ‘Tavellin’. I ragazzi di mister Nicola Corrent ritrovano – a distanza di 3 stagioni – il massimo torneo giovanile, vale a dire il campionato Primavera 1, nel primo match di una stagione che si preannuncia altamente competitiva e che porterà l’Hellas a confrontarsi con alcune delle migliori realtà giovanili del panorama calcistico italiano.
Il primo ostacolo per Calabrese e compagni sarà proprio la formazione detentrice del titolo, vale a dire l’Empoli guidato da mister Antonio Buscè (squalificato, sarà sostituito dal vice Francesco Nuti), che nello scorso mese di giugno ha superato nella finale scudetto l’Atalanta aggiudicandosi il secondo campionato Primavera della sua storia.
Per i gialloblù si prospetta quindi un test affascinante e impegnativo, col Verona voglioso di mettersi nuovamente in gioco dopo la conquista del campionato Primavera 2 e con la formazione toscana, dalla parte opposta, impegnata a difendere il titolo in quello che sarà il quarto anno consecutivo di militanza in Primavera 1.

Queste le parole dell’allenatore gialloblù, Nicola Corrent, alla vigilia del match dell’Antistadio:
"Che emozione si prova al debutto in Primavera 1? Siamo consapevoli di iniziare un’avventura affasciante, che dà grandi motivazioni. Abbiamo giocatori bravi, uno Staff all’altezza e ci confronteremo con società blasonate. Siamo contenti, orgogliosi e c’è quel giusto mix di emozione e convinzione per lavorare al meglio. Il quoziente di difficoltà che si alza? Assolutamente sì, questa è una categoria diversa rispetto al campionato Primavera 2. La sfida si fa più impegnativa, basta vedere che avversari ci aspettano, ma questo deve darci ulteriore carica e farci assumere la consapevolezza del fatto che dovremo lavorare bene, curando ancor di più ogni dettaglio. Dobbiamo e vogliamo farci trovare pronti. Come arriva il gruppo a questa prima giornata? Con grande entusiasmo. Abbiamo lavorato bene in queste settimane di preparazione, ho visto grande impegno da parte dei ragazzi. Che squadra è l’Empoli e che gara mi aspetto? L’Empoli è una squadra rodata, con giocatori forti e con un’identità molto chiara. Giocano da anni questo campionato, hanno ottenuto risultati straordinari e infatti sono campioni in carica. Mi aspetto una gara molto impegnativa, contro un avversario che rispetteremo ma che vogliamo affrontare con la massima determinazione." Fonte: hellasverona.it