“Se sarò della partita contro la Fiorentina? Non lo so. Sto lavorando tanto da solo e un po’ con gli altri. Vedremo la condizione ma su questo deciderà il mister, come è giusto che sia. Devo solo cercare di farmi trovare pronto. Tra terapie e campo spero di recuperare – ha dichiarato Kumbulla a L’Arena – A me quello che interessa adesso è crescere e continuare a giocare per il Verona. Una squadra che amo perché mi ha preso dal Cavalcaselle quando ero un pulcino ed ora sono qui tra i professionisti. Incredibile. Insieme a me, ci sono anche Tupta e Danzi, entrambi dal settore giovanile, senza dimenticare Casale che è al Venezia. Cosa mi disse Juric prima dell’esordio? Niente. Lui è uno pratico. Un mister bravo che sa quello che fa. Era dal ritiro e dalle prime uscite che aveva le giuste attenzioni su di me. La Juve su di me? Fa piacere ma non leggo e difficilmente sogno queste cose. I miei genitori mi hanno insegnato a restare con i piedi per terra. La scelta della nazionale albanese? Di cuore”