La giustizia sportiva ha deciso di chiudere "per una giornata effettiva di gara, con decorrenza immediata" il settore denominato ‘poltrone est’ a causa di cori di discriminazione razziale da parte di alcuni tifosi della Società Hellas Verona "chiaramente percepiti, oltre che dal calciatore, anche dal rappresentante della Procura federale posizionato in prossimità".