“Sono felice per Giovanni. Sposa appieno la mentalità di questa squadra ed ambiente. Simeone ci potrà dare una grassa mano. Sarà a disposizione già domani contro l’Inter, ma difficilmente partirà dal 1’. L’Inter la più forte del campionato? È una delle più forti, se non la più forte. Hanno una grande forza mentale, è vero che è andato via Lukaku ma hanno preso Dzeko, un giocatore che conosco molto bene. Per la sfida contro i nerazzurri abbiamo recuperato sia Faraoni, ed in più abbiamo il nuovo arrivato, Sutalo. Rispetto al Sassuolo, contando anche su Casale, ho più scelte sugli esterni. Tanti difensori? Giusto per il campionato che ci attende. Sutalo può essere un’alternativa a Faraoni, ma nasce come centrale, a destra o sinistra. Col Sassuolo mi sono piaciute tante cose, ma dobbiamo concretizzare di più. Serve più cattiveria e cinismo. In difesa contro l’Inter penso di cambiare qualcosa. Ilic domani giocherà dal 1’, poi ci sarà uno tra Hongla e Tameze. Zaccagni? Sono molto contento della sua prestazione e confermo che per me deve rinnovare con l’Hellas Verona. Almeno per un anno, e perché no anche per tanti altri. Mattia non si deve fermare ma continuare così. Montipò o Pandur? Sto ancora valutando, il dubbio ce l’ho e deciderò domani insieme al preparatore dei portieri, Cataldi” ha dichiarato l’allenatore Eusebio Di Francesco alla vigilia di Hellas Verona-Inter.