“Sono arrivato in un gruppo importante, qui c’è la mentalità giusta per fare bene. Io al posto di Zaccagni? Ha fatto molto bene in gialloblù, un ragazzo amato da squadra e tifosi, ora però spetta a me conquistare la fiducia di tutti. Il ruolo è lo stesso di Zaccagni ed il mio valore lo dimostrerò in campo. Spero di fare il meglio possibile con questa maglia. L’Hellas rappresenta una grande opportunità. Devo dimostrare quello che sino ad ora ho fatto a metà. Sono sempre stato etichettato come un grande giocatore e spero di dimostrarlo con la maglia dell’Hellas Verona. Perché non ho ancora dimostrato il mio valore? È un fatto di testa, col tempo maturi meglio. Dopo l’infortunio che ho avuto alla Samp, ora mi sento bene e pronto per dare il mio contributo a Verona. Voglio questa responsabilità e non a caso ho scelto un numero di maglia importante come il 10. Di Francesco? Ha voglia di fare e vuole rifarsi dopo due anni avari di risultati. Ma qui ci sono tutti i presupposti per fare bene. Ma è sempre il campo che dimostra e che parla. L’anno scorso ho giocato con continuità e spero di avere anche qui la possibilità. Come è nata la trattativa? Aspettavo con ansia l’ultimo giorno di mercato e non appena il mio agente mi ha detto che il Verona era interessato a me, ho subito accettato perché penso che l’Hellas sia la piazza giusta. Ho giocato anche da falso nove, ma sono a completa disposizione del mister. Perché ho interrotto il rapporto con Totti? Ho deciso di cambiare agente perché con lui non mi sono trovato bene” ha dichiarato in conferenza stampa, l’attaccante dell’Hellas Verona, Gianluca Caprari.