Erano arrivati a Verona con auto proprie o a noleggio, girando alcuni bar per poi dirigersi al Caffè Oro Bianco, il vero obiettivo del raid che poi si è consumato con i lanci delle sedie nel plateatico verso le vetrine, colpite anche con bastoni e spranghe di cui i supporter napoletani erano dotati. Il tutto circa un’ora prima dell’inizio di Chievo-Napoli del 5 novembre di due anni fa, episodio per cui sono imputati 35 tifosi della formazione partenopea nel processo iniziato ieri nelle aule dell’ex caserma Mastino, con l’accusa di danneggiamento aggravato. Fonte: larena.it