Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Punti persi nel finale

Parecchi i temi affrontati dall'allenatore gialloblù Andrea Mandorlini intervenuto telefonicamente alla trasmissione Radio Anch'io Lo Sport, in onda su Radio Uno. 

Il Napoli e l'Europa League.

- Sarà bellissimo giocare al San Paolo anche se sarà vuoto, proveremo a fare una buona gara e tutti vorranno chiudere bene la stagione. Contro la squadra di Benitez non sarà facile, dispiace aver perso quattro punti nei minuti di recupero che pesano molto. Abbiamo disputato un grande campionato a prescindere dalla qualificazione o meno in Europa League - 

Sull'ex Jorginho.

- Il suo addio è stato pesante dal punto di vista tecnico, ma ci sono esigenze di bilancio. Lui è un giocatore fantastico e sarà importante anche per il futuro della nazionale italiana - 

Su Toni e Iturbe.

- Ho un buon rapporto con Luca, non deve dimostrare nulla. Tutti lo davano per finito, ha fatto venti gol. Credo che ormai pensi poco ai Mondiali, andrà in vacanza e si preparerà per un'altra grande annata qua, resterà. Iturbe? E' un calciatore fantastico, la società lo ha riscattato ma è pronto per i grandi scenari. Ci sono tante squadre su di lui, saremmo contenti di trattenerlo e farlo crescere ancora - 

Sul futuro. 

- Non ho firmato il rinnovo, aspetto il nuovo contratto di Toni. Siamo quasi d'accordo col club, mi piacerebbe firmare dopo Luca. Non ci saranno problemi per il rinnovo, ma ripetersi sarà difficile: ci sarà bisogno di umiltà e dovremo lavorare innanzitutto per conquistare l'obiettivo principale che resta la salvezza - 

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta