Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Primavera, Cagliari-Hellas Verona 4-1

I gialloblù di Pavanel perdono in Sardegna in casa della capolista, ma non sfigura nonostante l’assenza di elementi come Checchin, Pavan e Badan e il punteggio finale è decisamente eccessivo per quanto visto in campo. Primo tempo di marca veronese, con diverse palle gol per i gialloblù. Il primo a farsi vedere è infatti l’Hellas, con Tupta e Lancia che si rendono più volte pericolosi nel primo quarto d’ora. Da segnalare anche un Tronco in grande spolvero. Il Cagliari viene fuori al 26’, quando Vencato compie un miracolo sulla testata a botta sicura di Bernardi. Dopo un paio di buone azioni, al 35’ il Verona va in vantaggio: Lancia si trova solo davanti a Montaperto e non sbaglia con freddezza. Il pareggio dei sardi è immediato, con Arras che insacca sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Da segnalare anche un clamoroso palo interno colto da Tronco al 43’. Nella ripresa si apre qualche spazio e il Cagliari ne approfitta: sia Serra che Arras fanno doppietta e vanificano tutti gli sforzi finali dei ragazzi allenati da Massimo Pavanel, che hanno il merito di provarci fino al novantesimo con orgoglio, colpendo un altro legno.

Gara di campionato
CAGLIARI-HELLAS VERONA 4-1
Marcatore: 35’ pt Lancia, 37’ pt e 37 st Arras, 19’ e 26’ st Serra.

CAGLIARI (4-3-1-2): Montaperto; Pinna (dal 32’ st Arca), Bernardi, Granara, Cotali; Scanu, Colombatto, Murgia; Serra (dal 39’ st Manca); Arras, Piras (dal 23’ st Taccori).
A disposizione: Galizia, Puledda, Alberti, Pennington, Camba.
All.: Canzi.

HELLAS VERONA (4-3-3): Vencato; Casale, Contri, Riccardi, Grossi (dal 28’ st Dagnoni); Guglielmelli (dal 24’ st Pellacani), Danzi (dal 22’ st Buxton), Speri; Tronco, Tupta, Lancia.
A disposizione: Salvetti, Gilli, Pinton, Hoxha.
All.: Pavanel.

Arbitro: Sig. Curti (sez. Aia di Milano).
Assistenti: Sigg. Cartaino (sez. Aia di Pavia) e Sechi (sez. Aia di Sassari)

NOTE. Ammoniti: Casale, Guglielmelli, Arras.

Fonte e foto hellasverona.it

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.