Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

L’Hellas Verona è la squadra del mio cuore

Un grande ex, ricordato sempre con affetto dal pubblico gialloblù. Hellas LIVE ha contattato Fabrizio Cammarata, ex attaccante che vanta 126 presenze e 42 gol con la maglia dell'Hellas Verona FC. Doppio ex nella sfida di sabato al Bentegodi contro il Cagliari, Cammarata analizza la situazione in casa scaligera ed il prossimo impegno contro la squadra di Zeman. 

- In queste prime partite mi sembra che la squadra di Mandorlini abbia dimostrando tutto il suo valore. Un inizio di campionato bellissimo. Con gli acquisti che ha fatto, secondo me la società intende migliorare il risultato dell’anno scorso. Dietro le grandi squadre se la può giocare con tutte. La sconfitta di Roma? Una buonissima prestazione. Fino a quando Florenzi non ha trovato il gol del vantaggio la partita era combattutissima. Catenaccio? Non è un demerito dell’Hellas, è la capacità delle grandi squadre di metterti lì. La Roma – spiega – ha dimostrato anche in Champions League di avere una forza incredibile. Il Verona doveva solo fare la partita che ha fatto. La prossima al Bentegodi contro il Cagliari? Affrontare le squadre di Zeman non è mai facile, lo ha dimostrato a Milano con l’Inter: può succedere di tutto. Il Verona deve stare attento, deve giocare con razionalità perché nelle ripartenze il Cagliari è devastante - annota - La sfida di sabato al Bentegodi? Ho passato quattro anni al Cagliari dove sono stato benissimo, ma a Verona sono stati gli anni più belli della mia carriera. E’ la mia squadra del cuore. Ancora adesso, il primo risultato che guardo è quello dell’Hellas. Il ricordo più bello con la maglia gialloblù? Ho avuto la fortuna di vincere due campionati di B, di segnare due gol alla Juve ma penso che quello più bello in assoluto sia l’esordio tra i professionisti contro il Venezia dove segnai il gol dell’1-1 -.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta