Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

L’addio al calcio di Julien Rantier

Adieu Calcio. Il mio viaggio con te finisce qui. Il coraggio che oggi mi porta a fare questa scelta è tanto ma sono pienamente orgoglioso di averti vissuto al massimo. È stato un percorso magico, un sogno; fatto di tantissimi sacrifici, dolori e pianti ma ripagati da tante gioie difficilmente spiegabile a parole. L’ho fatto sempre con rispetto e tanta umiltà come i miei genitori mi hanno insegnato. Il bambino che è in me avrebbe voluto continuare ma l’uomo maturo mi dice che è arrivato il momento di salutarci e io non posso che ringraziarti per tutte le emozioni che mi hai fatto vivere e di tutte le persone, città che mi hai fatto conoscere! Ringrazio mia moglie Alessandra, che è il mio centro di gravità, i miei splendidi figli Mattia e Sophie, mio papà, mia mamma, mio fratello, mia suocera, tutti i miei amici quelli mi stanno accanto sempre, tutti miei compagni, Mister, magazzinieri, team manager, fisioterapisti, tutte le mie squadre in cui ho militato e tutti tifosi che senza di loro il calcio non sarebbe lo stesso. Merci. Julien. 

Questo il messaggio pubblicato sui social dall’ex attaccante dell’Hellas Verona, Julien Rantier. Il francese classe 1983 in gialloblù ha collezionato in due anni e mezzo (2005/06, 2008/10) 69 presenze e 14 reti. Rantier è stato il primo acquisto di Giovanni Martinelli.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta