Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

La saracinesca gialloblù

Quello parato a Diamanti è il settimo rigore respinto in carriera dal portiere Rafael da quando veste la maglia dell'Hellas Verona.

Il primo penalty che respinse fu nella partita di Lega Pro, Cavese-Verona, datata 23 settembre 2007. Rafael paró il tiro di De Giorgio, ma il pallone finì sui piedi dello stesso attaccante che agevolmente ribadì in rete.

La seconda parata su calcio di rigore arrivó poi, qualche giorno dopo, il 7 ottobre a Legnano. Il portiere brasiliano ipnotizzó Lantieri e devió il tiro in angolo. Piovaccari del Grosseto, si fece parare invece il rigore che avrebbe riaperto la partita Grosseto-Hellas Verona 0-2 del 3 marzo 2012. Quello in toscana rimane anche l'unico tiro dal dischetto parato da Rafael nei due anni di Serie B dell'Hellas. In Serie A, il n. 1 gialloblù ha fermato in totale 4 rigori, di cui 2 nella scorsa stagione. Al Bentegodi il 2 marzo 2014, Bianchi si fece parare il tiro che poteva regalare il vantaggio al Bologna. Mentre Mauri della Lazio, due mesi dopo, ribadì in rete la corta respinta di Rafael che paró inizialmente il tiro dagli undici metri. 

In questo campionato, il portiere del Verona si è trovato 4 volte a tu per tu sulla linea di porta contro l'avversario. Nel 50% dei casi Rafael ha neutralizzato il tiro (Torino: El Kaddouri; Fiorentina: Diamanti). 

Una percentuale che è abbondantemente sopra la media se consideriamo che i tiri parati dagli undici metri nella Serie A 2014/15 sono il 30%.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta