Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Guidolin: “Il Milan dovrà pareggiare l’intensità del Verona per far valere la maggior cifra tecnica”

“Non avevo ancora 18 anni ed ero un giovane dell'Hellas, che mi aveva comprato dal Giorgione di Castelfranco Veneto per circa 10 milioni di lire. Il presidente del Giorgione era Raoul Pietribiasi, il padre della mia futura moglie. In pratica a vendermi al Verona fu mio suocero. Ma non è per niente detto che la storia debba ripetersi. Il Milan del 1973 veniva dalla finale di Coppa delle Coppe, vinta pochi giorni prima a Salonicco contro il Leeds. Era stanco, a pezzi. Questo Milan è in salute e Pioli sa che cosa deve fare e come deve farlo. Stefano ha portato il Milan a un livello altissimo in un tempo breve, poco più di due anni. È stato molto bravo. L’Hellas è combattivo. Il Milan dovrà restituirgli tanta aggressività, “andare a prendere" a sua volta i gialloblu nei loro territori. Il Milan dovrà pareggiare l'intensità del Verona per far valere la maggior cifra tecnica. Ci vorrà una grande reattività sulle seconde palle. L'Hellas ha tre elementi che mi piacciono moltissimo. Barak e Caprari sono difficili da "leggere" perché si muovono benissimo tra le linee. E poi c'è Simeone, il centravanti, protagonista di una stagione straordinaria” ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, l’ex centrocampista gialloblù Francesco Guidolin.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

3 Commenti

Commenta