Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Fine primo tempo, Benevento-Hellas Verona 0-2

Turno infrasettimanale con la seconda partita in cinque giorni per i gialloblù. L’Hellas Verona di Juric si presenta allo stadio Vigorito di Benevento col 3-4-2-1 con Silvestri, Magnani, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna. 

I gialloblù tengono i padroni di casa nella propria metà campo ma al 7’ brividi quando Lapadula aggancia ma non trova il pallone in area gialloblù. Bellissimo lo scambio sulla destra due minuti dopo tra Faraoni e Barak, con l’esterno che mette in mezzo ma il Benevento chiude in calcio d’angolo. 

Al 13’ viene ricordato Davide Astori, nel terzo anniversario della sua scomparsa. 

Zaccagni al 21’ guadagna il fondo sulla sinistra, palla in mezzo per Lasagna, ma Foulon in tackle anticipa l’attaccante scaligero. La squadra di Juric è padrona del campo ed al 25’ passa, con merito in vantaggio: cross da sinistra di Lazovic dopo il fraseggio con Zaccagni e colpo di testa vincente di Faraoni (secondo in campionato, ndr). Benevento in netta e Zaccagni prova ad approfittarne subito dopo il vantaggio, destro a giro che viene deviato di testa da Glick. Bello il fraseggio tra Tameze e Lazovic, gialloblù che al 34’ raddoppiano grazie all’autorete di Foulon, esterno giallorosso che manda di testa il pallone alle spalle di Montipó sul cross di Zaccagni. Al 37’ traversa di Barak e sedicesimo legno in campionato per i gialloblù. Due minuti dopo giocata a memoria della squadra di Juric, con Zaccagni che trova sul secondo palo Faraoni che apre però troppo il piatto destro. Il Benevento è alle corde e l’Hellas Verona cerca il colpo del ko. Al 42’ Faraoni in profondità per Lasagna, ma chiude in corner Montipó. Benevento che arriva al tiro per la prima volta al 45’ con Sau. Primo tempo quasi perfetto dei gialloblù che si chiude col doppio vantaggio dopo 2’ di recupero. 

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.