Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Finale 1-1

Un pareggio trovato all'ultimo giro di lancette dei sei minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Per il gioco non espresso e per quanto subito specie nel primo tempo, un risultato a dir poco prezioso per l'Hellas Verona di Mandorlini. 

L'allenatore gialloblù a Bergamo deve rinunciare all'infortunato Rafael, al suo posto Gollini alla quarta presenza in Serie A. In attacco tridente composto da Jankovic-Toni-Gomez. Prima occasione del match al 7' col tiro dal limite dell'area di Grassi che si perde direttamente sul fondo. All'11' errore clamoroso di Denis da comoda posizione, dentro l'area di rigore gialloblù, conclusione che finisce alta sopra la traversa. Un minuto dopo ammonito Soprayen ed al 15' Moralez trova al limite dell'area piccola Denis che di testa alza il pallone di poco sopra la traversa. Tre minuti dopo angolo di Gomez, colpo di testa di Stendardo che si perde sul fondo. Brutte notizie per i gialloblù al 22' quando Toni è costretto al cambio per problemi al ginocchio sinistro. Al suo posto Pazzini. Al 27' punizione di Viviani, colpo di testa di Pisano alto sopra la traversa. Al 40' Gomez semina il panico sulla destra ma per fortuna non c'è nessun compagno pronto in area di rigore gialloblù, primo tempo che si chiude (3' di recupero) con l'ammonizione di Jankovic che si rivelerà poi decisiva. 

Ad inizio ripresa è ancora una volta l'Atalanta a partire forte, con Kurtic che al 46' ci prova da fuori area, pallone direttamente sul fondo. Due minuti dopo ammonito Sala. Al 53' conclusione di Jankovic ribattuta dalla difesa nerazzurra, replica dell'Atalanta con la conclusione di Moralez dal limite dell'area deviata da Moras, chiude bene lo specchio Gollini. Al 58' errore clamoroso di Pazzini completamente solo in area di rigore, tiro debole e poco angolato preda facile di Sportiello. Al 67' Atalanta ancora pericolosa sulla sinistra con Gomez, cross che attraversa tutta l'area di rigore gialloblù. Piove sul bagnato in casa gialloblù quando al 70' anche Marquez è costretto ad issare bandiera bianca causa infortunio muscolare, al suo posto Bianchetti. Secondo cambio forzato per i gialloblù dopo quello di Toni al 21' del primo tempo. Al 72' palo per l'Atalanta direttamente su calcio d'angolo, Gollini poi chiude lo specchio della porta scaligera sul tiro ravvicinato della squadra di Reja. Tre minuti più tardi sinistro centrale di Gomez, blocca senza problemi Sportiello. Al 79' doppio giallo per Jankovic, espulso l'attaccante serbo. Verona in inferiorità numerica. Ed all'89' l'Atalanta trova il gol con Moralez di testa, col giocatore più basso della Serie A TIM, alto 159 centimetri. Siligardi entra al posto di Sala al 90' e l'azione seguente Greco dal limite dell'area trova la deviazione di Stendardo sul suo sinistro ravvicinato. Ma quando tutto sembra oramai deciso, ecco il cuore gialloblù dell'Hellas Verona. L'arbitro Maresca decreta 6' di recupero e nell'ultima azione, su punizione di Viviani, è vincente il colpo di testa di Pisano che regala un punto d'oro all'Hellas Verona. 


Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta