Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Caso Diawara. Roma, Fienga: “La norma è troppo rigida. Speriamo che la Corte accolga l’invito a riconsiderarla. Chiediamo di essere sanzionati ma non col 3-0”

"Speriamo che la Corte accolga l'invito a riconsiderare una norma che è oggettivamente troppo rigida e che non gradua per le pene nella distinzione tra un errore o un altro fatto. La Roma non si nasconde e ammette le responsabilità di un errore che non ha portato vantaggi e se mai questa norma non possa aver portato un vantaggio al Verona. Per aver commesso questo errore chiediamo di essere sanzionati in un altro modo, la norma è chiara ma ora sentiremo il Collegio di Garanzia per vedere se si potrà rivedere la norma. Il caso Ragusa? Nel caso nostro avevamo ancora tanti slot da poter occupare con Diawara e con altri se avessimo capito che quello l'errore. La lista del Sassuolo invece era completa e dovevano comunque cambiare il giocatore che non è stato cambiato" ha dichiarato il CEO della Roma, Guido Fienga, dopo aver lasciato gli uffici del CONI dove si è svolta l’udienza per il caso Diawara. 

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.