Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Casale: “Da brividi i cori dei tifosi gialloblù. Per un veronese, è una responsabilità ed una emozione giocare nell’Hellas: ho realizzato il mio sogno”

“I dati dimostrano che il Verona negli ultimi anni ha sfornato giovani talenti, è una delle migliori sotto questo aspetto. Le differenze tra Tudor e Dionisi? Sono modi di giocare straordinari. Con Dionisi è più statico in difesa, i giocatori devono impostare. In quei due anni credo di aver fatto pochissimi lanci lunghi... Con Tudor è diverso, verticalizzo subito, andiamo anche avanti. Ci sono molte idee ma ci lascia libertà: posso andare in sovrapposizione da quinto esterno, è comunque più dispendioso. Sei sempre uomo contro uomo, mi è capitato di seguire un attaccante che andava dall'altra
parte del campo. E' un modo diverso. Le prospettive del Verona? L'obiettivo era la salvezza ed averla raggiunta è un grande traguardo. Il bello adesso è che siamo spensierati, siamo predisposti a far meglio e non c'è paura di rilassarci: per come ci siamo allenati la scorsa settimana con Tudor sembrava di essere in ritiro.... Essendo spensierati, ripeto, possiamo far bene. Il Genoa di Blessin? Sono rimasto sorpreso, da come è riuscito a cambiar la squadra. Sarà una bella partita. Cosa significa per un veronese giocare nell’Hellas? Sicuramente è una grande responsabilità, lo sento ogni partita. Ho fatto tanti anni di settore giovanile, l sono in prima squadra da tifoso. Era un sogno, andavo a tifare Verona prima di arrivare a questi livelli. Trovarmi in campo in pochi anni dagli spalti... E' una responsabilità e un'emozione. Ho tanti amici e parenti che mi sono vicini, la sento ed è un'emozione indescrivibile: devo dare sempre di più degli altri, se gli altri danno il 100% io devo dare il 120%. I cori dei tifosi gialloblù? In campo li senti. Quando entro in campo e sento il coro... Mi vengono i brividi. Il mio futuro? Essere accostato a grandi squadre fa piacere. Però io ho l'obiettivo di finir bene qui, ho rinnovato fino al 2026 ed è un grande traguardo. Sono cresciuto qua, giocare per la squadra della mia città è un grande traguardo. Voglio finire al meglio la stagione e poi si vedrà: le cose vengono anche col gioco della squadra. Meglio va, più valorizzi i giocatori e poi ci sono tante cose che possono succedere da qui a giugno. Finisco bene questa stagione e poi ci penseremo” ha dichiarato a tmw, il difensore dell’Hellas Verona, Nicoló Casale.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.