Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Caprari: “Grande dispiacere per l’Italia. Ora penso solo all’Hellas. Dopo la salvezza, abbiamo altri traguardi da raggiungere”

“Ho visto la partita, il dispiacere è grande. Restare fuori per il secondo Mondiale di fila fa male, è girato tutto storto. Non doveva andare così. Ora un nuovo ciclo azzurro, magari con me? È brutto parlarne adesso, dopo quello che è accaduto. Non mi sembra giusto farlo. Intanto penso al Verona ed al finale di campionato. La rete a cui sono più legato? Quella al Bologna, di tacco, perché realizzata con un gesto istintivo e bello. È uno di quei colpi che immagini sempre di fare. I miei idoli da ragazzino? Del Piero e Totti. Inimitabili. Cosa mi ha insegnato il Tudor allenatore? È un martello, non ti molla un attimo. Giorno per giorno, chiede ed ottiene di più. Mi ha fatto crescere tanto. Dopo la salvezza, quali sono gli obiettivi? Ci sono nuovi traguardi da cogliere. I 51 punti che per l’Hellas sarebbero un primato, la conferma nella colonna sinistra della classifica. E dopo ci aspettano partite con avversari di vertice: Inter, Milan,
Atalanta, Lazio: cominciamo dal Genoa” ha dichiarato al Corriere di Verona, l’attaccante gialloblù, Gianluca Caprari.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

Commenta