Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Bessa: “Tra due mesi nasceranno a Verona i gemelli Pedro e Maria. All’Hellas mi trovo a meraviglia. Juric è sempre più bravo e completo”

“Mia moglie Raphaela è incinta, avremo una coppia di gemelli. Saranno un maschio e una femmina. Nasceranno tra due mesi, a Verona. È un momento bellissimo. Si chiameranno Pedro e Maria, nomi evangelici, Raphaela ci tiene molto. Va tutto talmente bene che conta solo continuare così. Come ha detto Juric dopo la vittoria di sabato, arrivare oltre i 49 punti che il Verona ha totalizzato nello scorso campionato è un grande obiettivo. E lo è non porsi limiti, dimostrare a tutti la forza di questo gruppo. Com’è cambiato il club in questi anni? Ha fatto almeno tre passi in avanti. L’unica cosa che non è cambiata è il posto in cui ci alleniamo, a Peschiera del Garda, un centro sportivo dove ci si prepara bene. Per il resto è più organizzato e strutturato per lavorare in maniera proficua. La società è cresciuta tanto. Juric? Il primo incontro al Genoa, nel 2018. Lui subentrò a campionato in corso. Rimase per alcune giornate. Le idee erano chiare allora come lo sono adesso. Quando l’ho ritrovato qui, l’estate dopo, il passaggio è stato breve: mi sono infortunato e non ho più potuto giocare. Il mister è sempre più bravo e completo sotto ogni punto di vista. Non credevo che mi avrebbe dato tanto spazio. Rientravo da un prestito. Invece, l’ha fatto e la sua fiducia ha avuto ed ha per me un grande valore. Il mio minutaggio? Io mi trovo a meraviglia così. Chiaro, ci si allena sempre con l’auspicio di essere titolari, ma per come giochiamo anche in uno scorcio di tempo ridotto puoi incidere. A prescindere dai minuti giocati, è fondamentale dare un contributo di rilievo” ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, Daniel Bessa. 

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.