“I veneti devono capire che devono stare a casa. I veneti devono capire che la prima cura siamo noi. I nostri modelli ci dicono che tra cinque giorni avremo un picco nelle terapie intensive. Se continuiamo a non rispettare le regole, entro il 15 aprile avremo 2.000.000 di veneti contagiati. Dobbiamo richiamare tutti alla responsabilità: non andate al mare il fine settimana, nei centri commerciali e nelle piazze. Uscite solo per andare a lavoro o per fare la spesa. Questo è un appello che faccio ai veneti. Ricordatevi che la prima cura al virus siamo noi” ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.