“È stato fantastico, un sogno per me esordire così in un campionato come quello italiano, a Firenze con un mio gol e la vittoria dell’Hellas Verona. La nostra situazione però resta difficile e l’obiettivo è comunque quello di mantenere la categoria. Siamo molto uniti e lotteremo fino all’ultimo per centrare la salvezza. Perché subiamo troppi gol? Ogni errore lo paghiamo a caro prezzo e stiamo lavorando per migliorare e correggere gli errori che commettiamo. Le impressioni al mio arrivo? L’atmosfera è positiva, tutti ci crediamo molto all’obiettivo. Tachtsidis? Abbiamo giocato insieme all’Olympiacos, siamo amici e quando gli ho detto che sarei potuto venire all’Hellas, mi ha detto subito di accettare e di salutare questa fantastica piazza. Anche lui crede alla nostra salvezza – ha dichiarato Vukovic – Obiettivo Mondiali? In primis penso alla salvezza dell’Hellas Verona, poi in base a come andrà qui, potrò pensare alla mia nazionale. Sono arrivato a Verona per migliorare la qualità della difesa gialloblù e sono convinto di poter dare il mio contributo. I tifosi dell’Hellas Verona? Sono molto esigenti e hanno ragione. Troppi gol subiti e pochi realizzati? Stiamo lavorando per migliorare sia in difesa che in attacco. Difesa a tre? Possiamo giocare con questo assetto senza alcun problema”.