Dal suo arrivo all’Hellas Verona nel mercato di riparazione a gennaio, è diventato in poco tempo un pilastro della difesa gialloblù. Mandato subito in campo da Fabio Pecchia lo scorso 28 gennaio, il suo esordio al Franchi di Firenze è stato battezzato col gol del momentaneo 0-1 che ha poi spianato la strada agli scaligeri per il successo contro la Fiorentina. Cinque presenze arricchite da quella personalità che mancava, oltre che dal gol e dall’assist contro il Torino. Pecchia gli ha consegnato le chiavi della difesa e lui ha risposto con prestazioni di spessore, formando con Caracciolo una coppia più solida rispetto alle precedenti. Cinque su cinque, per un totale di 450’ giocati. La salvezza dell’Hellas Verona passerà anche dal carisma del difensore serbo classe 1988.