“Verona di oggi non è una squadra, a differenza del mio Verona. Più che col Milan, la gara contro il Sassuolo aveva dato delle speranze. Ormai credo però che ci sia poco da fare quest’anno. Sono rassegnato, sinceramente non so come il Verona possa salvarsi. Nella rosa ci sono dei limiti individuali che sono enormi. Questa è una squadra nata male e poi a inizio stagione c’è stata anche la vicenda Pazzini: e’ stato il goleador in B ed era il capitano ma in A è stato accantonato nonostante fosse anche il giocatore con maggior conoscenza della A – ha dichiarato Volpati a TMW – Pecchia? Il cambio di allenatore in questo momento non ha senso. Potrebbe servire solamente per dare una speranza ai tifosi, anche se gli stessi tifosi ormai hanno perso entusiasmo e fiducia. Se si cambia allenatore, bisogna pensare a un progetto di medio-lungo termine, consapevoli che il prossimo anno si dovrà ripartire dalla cadetteria”.