Saranno circa dodicimila questo pomeriggio i tifosi (1800 da Verona, ndr) presenti allo stadio Menti per l’atteso derby in programma alle ore 15.

Un tavolo tecnico in questura tra forze dell’ordine, Comune, le due società calcistiche e le rispettive tifoserie, c’era già stato mercoledì. Ieri si è tenuto un nuovo tavolo tecnico riepilogativo, per mettere a punto gli ultimi dettagli in merito alle misure di sicurezza per una partita ad alto rischio (l’ultimo derby risale al settembre del 2012). Un’occasione, la riunione in questura, per ribadire il messaggio rivolto ai tifosi, vicentini o veronesi che siano. “Non verranno tollerati scontri o momenti di tensione, rispettate le regole, verrà tutto documentato, filmato, chi non si atterrà alle disposizioni verrà punito con un daspo” sono le parole del vice questore aggiunto, Alessandro Campagnolo, ai supporter. I tifosi del Verona – si legge sul Corriere del Veneto – dovranno arrivare fino al casello autostradale di Vicenza ovest per poi essere scortati con un pullman Svt fino allo stadio dalle forze dell’ordine, che schiereranno 120 i poliziotti e carabinieri di rinforzo che arriveranno da fuori, a cui si aggiungeranno i territoriali e 30 agenti della polizia locale, arrivando ad un totale di quasi 200 uomini”.