“Durante il lungo stop ho pensato spesso a due cose. La prima è stata con il Milan. Il gol più bello che avrei voluto fare. Lancio perfetto di Rrahmani stop e girata al volo, fuori di poco. Il secondo pensiero ricorrente è San siro, contro l’Inter. La mia prima rete in A: fantastico. Il lockdown è stato un periodo molto duro. Mi auguro che sia finito tutto. Adesso guardiamo avanti nella speranza che tutto torni alla normalità – ha dichiarato a L’Arena, l’attaccante dell’Hellas Verona, Valerio Verre – Ho avuto la fortuna di trovare un gruppo di ragazzi ed un mister davvero eccezionali. Se resterò a Verona? Io e la mia fidanzata stiamo veramente bene qui. La città è fantastica di tifosi sono calorosi ma lascia una grande libertà. Purtroppo non dipende da me. Sampdoria e Verona si devono parlare. Per me restare sarebbe importante ma momento non ne so nulla. Io devo solo pensare a fare ancora meglio di prima. Verona in Europa? Noi non ci pensiamo. Mancano pochi punti alla salvezza e prima la raggiungiamo meglio é. In questo caso poi, si potrebbe pensare ad altro. Battere il Cagliari vorrebbe dire tagliare in pratica il traguardo della salvezza. Mister Juric ce lo ripete sempre e dopo un momento del genere, bisogna ripartire molto concentrati”.