“Oggi è un giorno speciale. Stamattina quando mi sono svegliato ho assaporato l’importanza della giornata per Verona, per mister Bagnoli e per noi calciatori di allora. Il 12 maggio 1985? Per un attimo abbiamo avuto paura di non farcela, ma alla fine è andata bene. Il nostro segreto? Il gruppo. Abbiamo vinto assieme: con la una squadra, con la società, con la città. Eravamo i migliori”. Annota Preben Larsen Elkjaer ai microfoni di Radio Bellla e Monella – Questo è il Verona. “Con i miei compagni sono amico da trent’anni, e spesso in questo tempo ci siamo trovati insieme. Come mi sento io a essere presente nella case dei veronesi? Se è così sono contento. Verona è con me, la città e la gente sono stati sempre gentilissimi nei miei confronti. Verona è la mia famiglia. Nella città scaligera ho vissuto un periodo bellissimo della mia vita. Quando torno da voi? La settimana prossima per festeggiare. Io sindaco e Toni il vice? Benissimo, così lui lavora e io mi godo la mia posizione (ride, ndr)”