Alla ripresa del campionato dopo la sosta, la squadra di Fabio Grosso si deve accontentare di un punto nel derby di Venezia. Pur mostrando maggior qualità rispetto ai lagunari, Di Carmine e compagni al Penzo non sono riusciti ad andare oltre il pareggio. E pensare che la partita, dopo soli 8’, si era incanalata sui binari giusti per i gialloblù grazie alla seconda rete in campionato di Mattia Zaccagni. Ma ancora una volta, errori elementari davanti al portiere avversario e troppa sufficienza nel gestire palloni che scottano, hanno permesso al Venezia di agguantare l’1-1 finale. I gialloblù devono subito invertire la rotta perché 1 punto conquistato negli ultimi 270’ è troppo poco per un club che ha come obiettivo la promozione in Serie A. Sabato si torna a giocare al Bentegodi, l’avversario di turno sarà il Perugia e per l’Hellas Verona è vietato sprecare questa ghiotta occasione. Anche perché martedì si tornerà nuovamente in campo, in trasferta ad Ascoli, prima di riabbracciare venerdì 2 novembre il pubblico amico contro la Cremonese, sfida che sancirà la quarta partita in tredici giorni per la squadra di Fabio Grosso.