Gialloblù protagonisti di una giornata all’insegna del decoro urbano e dell’educazione civica, un’opportunità per rendere ancora più forte il legame con il territorio tramite un’importante lezione. Una delegazione della squadra composta da Deian Boldor, Pierluigi Cappelluzzo, Antonio Caracciolo e Marco Ezio Fossati si è recata lunedì in piazzale Olimpia per far visita al ‘Memorial Garden’, il monumento eretto alla memoria di tutti i tifosi gialloblù che hanno dedicato parte della loro vita al sostegno dei nostri colori e che adesso ci sostengono dall’alto. Grazie all’intervento di Alberto Lomastro, presidente dell’Associazione Culturale Verona Hellas, i gialloblù hanno appreso la storia del monumento, omaggiandolo con quattro mazzi di fiori gialli e blu. I calciatori hanno anche ripulito le targhe presenti all’interno del Bentegodi che ripercorrono la storia del Club: dalla celebrazione dello storico Scudetto, alla fondazione del Verona nel 1903, fino al centenario del 2003. Nel pomeriggio anche una gradita sorpresa per il gli Under 15 del Settore Giovanile gialloblù: immaginate stupore e gioia nei loro occhi nello scoprire che l’autista del pulmino che li avrebbe portati all’allenamento era Giampaolo Pazzini. Il capitano del Verona ha ricordato loro l’importanza del rispetto delle regole, siano esse stradali, di comportamento o calcistiche, per poi assistere insieme ai compagni alla seduta, svoltasi all’Antistadio. L’evento rientra all’interno dell’iniziativa ‘Un giorno per la nostra città’ promosso dalla Lega Serie B.

fonte: hellasverona.it