La UEFA ha ufficializzato che i tornei nazionali devono finire entro il 2 agosto e la FIGC s’è subito adeguata. Il presidente Gabriele Gravina ha annunciato che la fine della stagione è spostata proprio al 2. Il N.1 del calcio italiano ha poi risposto al presidente del CONI, Malagò, che ieri pomeriggio aveva sottolineato come il calcio fosse l’unica federazione a muoversi da sola: “Siamo soddisfatti del confronto con i ministri. Mi stupisce constatare ancora una volta quanto la tentazione di parlare continuamente di calcio, per la notorietà che ne discende, induca diversi interlocutori a commentare cose di cui sono evidentemente male informati. Il calcio merita rispetto invece di essere strumentalizzato per polemiche”.