“Verona ha rappresentato la mia seconda giovinezza. L’allenatore Mandorlini ed il direttore sportivo Sogliano hanno creduto in me e pensare che in tanti credevano che fossi finito, invece ho segnato tanto in gialloblù. Il primo anno 20 gol, ma la classifica marcatori alla fine la vinse Immobile. La seconda stagione volevo vincerla e ci riuscii (22 gol a pari merito con Icardi, ndr) risultato importante grazie all’apporto della squadra. La città scaligera può ricordare Firenze, è più piccola ma davvero stupenda. Il tifo? È impressionante, i tifosi dell’Hellas sono passionali e mi hanno dato subito tanto calore” ha dichiarato il vice sindaco di Verona, Luca Toni, ospite su Instagram di Chiamarsi Bomber.