“Io non sono molto normale. Non sapevo se tirarlo a destra o a sinistra, ho deciso per lo scavino. È il gol più bello della mia carriera, perché è quello che la chiude. Prima di smettere, dovevo segnare così almeno una volta”.

Luca Toni