Santa Lucia a San Siro contro il Milan per l’Hellas Verona di Fabio Pecchia. Nel quarto turno eliminatorio di TIM Cup, l’Hellas Verona di Pecchia si presenta col 4-4-2 con Silvestri, Bearzotti, Heurtaux, Souprayen, Felicioli; Romulo, Fossati, Zuculini B., Fares; Lee, Bessa. Esordio in gialloblù per il portiere Silvestri ed il difensore Felicioli. L’inedito derby di coppa Italia si apre col cartellino gialloblù per Gaudino al 5’, per simulazione in area gialloblù, dopo il tackle a vuoto di Heurtaux. Squadra di Maran che passa però in vantaggio dopo appena 8’: da destra ottima palla in area di Depaoli per lo splendido aggancio di Pellissier che batte Silvestri e porta il derby sull’1-0. Ci prova Romulo al 26’ ma il suo cross è troppo alto per la testa di Fares, replica al 28’ il Chievo col tiro da fuori area di Radovanovic bloccato da Silvestri. Fares al 32’ cerca ma non trova lo specchio della porta difesa da Seculin, pallone che esce di poco alla destra del portiere clivense, ex Primavera gialloblù che si rende protagonista al 34’: Fares approfitta della leggerezza in area clivense di Garritano per rubare palla al n.7 e battere Seculin sotto la Curva Sud, ristabilendo così la parità al Bentegodi. Primo tempo che si chiude sull’1–1, col colpo di testa alto sopra la traversa al 44’ dell’ex Cacciatore. La ripresa si apre col colpo di testa sul fondo, su assist da sinistra di Pellissier, di Stepinski, Chievo che ci prova dalla distanza al 9’ con Jaroszynski, conclusione bloccata senza problemi da Silvestri. Il primo tentativo dei gialloblù di Pecchia nel secondo tempo arriva al 12’ con la conclusione da fuori area, centrale, di Fares, n.93 gialloblù (il migliore in campo tra i gialloblù, non solo per il gol, ndr) che al 15’ fa tutto bene, rubando palla in mezzo al campo e ripartendo, ma sbaglia il passaggio finale, regalando il possesso al Chievo. Pericolosa la squadra di Maran al 17’, Hellas Verona che si salva in calcio d’angolo, gialloblù che effettuano il primo cambio al 27’ con Verde che prende il posto di Felicioli. Pericolosa la squadra di Pecchia al 32’ col colpo di testa di Bessa che impegna Seculin, su assist di Verde. Depaoli al 37’ calcia alto, Hellas Verona che due minuti dopo impegna Seculin con Verde, gialloblù che al 45’ effettuano il secondo cambio, con Calvano (esordio, ndr) al posto di Lee. Al triplice fischio finale, risultato bloccato sull’1-1, si va quindi ai supplementari per decidere chi passerà il turno. Il primo tempo supplementare si apre con Tupta al posto di Bessa, terzo ed ultimo cambio per la squadra di Pecchia. Al 12’ Silvestri chiude lo specchio della porta sul colpo di testa ravvicinato di Inglese. Il risultato non cambia anche nel secondo tempo supplementare, col Chievo pericoloso con Inglese e Depaoli. Si va quindi ai calci di rigore. Protagonista Silvestri che para il primo rigore a Pellissier, poi lo scavino di Fossati, il gol sotto il sette di Verde, la freddezza di Tupta e la rete decisiva di Bruno Zuculini regalano il passaggio del turno ai gialloblù di Pecchia, in programma il 13 dicembre.