“Il calcio è un gioco di squadra ed essere tornati ad allenarci in gruppo è davvero bello. Adesso abbiamo un po’ di obiettivi da raggiungere. Personalmente mi sento bene grazie anche agli allenamenti svolti durante il periodo dove tutti siamo stati costretti a rimanere in casa. Il nostro obiettivo è quello di trovare il prima possibile la forma migliore perché saremo chiamati a giocare ogni tre giorni. Speriamo di rivedere il prima possibile i tifosi al Bentegodi, non sarà facile senza di loro. La cena di squadra a Peschiera post allenamento? È una cosa molto bella che ci permette di stare insieme e di divertirci. Com’è stato allenarsi al Bentegodi? Senza i tifosi sugli spalti era strano ma purtroppo ci dobbiamo abituare. Giocare un’amichevole tra di noi “a casa nostra” ti dà emozioni diverse rispetto a Peschiera. Ma è stato molto bello. Come immagino la ripresa della Serie A? Si imporrà chi avrà più concentrazione e voglia di vincere. Noi dobbiamo prepararci per il nostro obiettivo, continuando la strada intrapresa. La salvezza è ancora da conquistare, dobbiamo fare almeno cinque punti per raggiungerla e poi penseremo ad altro. La mia stagione? Quest’anno ho imparato tante cose. All’inizio mi mancava il gol, ma come dico sempre mi auguro che il futuro sia meglio del passato. Juric? Mi ha insegnato a sacrificarmi per il gruppo, a giocare di squadra ed i movimenti. Il gol più bello tra Torino e Spal? Coi granata. Mi ha fatto emozionare, una rimonta incredibile che ricorderò per sempre. Il boato dello stadio? La tifoseria del Verona spinge tanto specie quando attacchiamo sotto la Curva Sud. È davvero incredibile, tutti momenti molto belli che porterò sempre con me. I miei obiettivi? Penso partita dopo partita ed intanto penso a battere il Cagliari” ha dichiarato in diretta Instagram con l’Hellas Verona, l’attaccante Mariusz Stepinski.