“L’Hellas Verona deve credere nella salvezza. Da qui cerco sempre di guardare le partite. La classifica è complicata, ma con lo spirito che avemmo noi nel 1990 può salvarsi. Ci mancò pochissimo per compiere quell’impresa. Sarebbe splendido se i ragazzi che ci sono ora la realizzassero, a cominciare dalla sfida col Milan – ha dichiarato Sotomayor a La Gazzetta dello Sport – Ognj anno passo da Verona. È un posto unico, io, mia moglie ed i miei figli la amiamo. Il coro che mi dedicarono i tifosi gialloblù? Indimenticabile. Come faceva il coro? “Sotomayor, Sotomayor, Sotomayor“ con le dita che schioccavano. Mi vengono ancora i brividi a ripensarci oggi”.