“La vittoria contro una diretta concorrente alla salvezza ci ha detto che lo spirito è rimasto intatto rispetto alla scorsa stagione, non siamo un bluff, lo stiamo dimostrando. Anche se la squadra è cambiata molto rispetto al recente passato, mister Juric e noi “vecchi” stiamo trasmettendo i medesimi valori e nuovi. il nostro percorso resta incentrato sulla ricerca della permanenza in A. Essere partiti così bene non cambia i piani, abbiamo 11 punti in meno da fare per raggiungere la quota salvezza. La base di partenza è non prendere gol, dobbiamo avere dentro di noi la voglia profonda di non subirne. Che campionato vedo? Una Serie A in cui chi era considerato forte è in difficoltà e chi era considerato meno competitivo è lassù. sono una persona che cerca di portare serenità nella squadra e ho una spalla validissima come Alessandro Berardi che mi aiuta in questo. Voglio giocare altri 10 anni, fino ai 40. Seguendo una vita regolare, si può. Il Milan? una squadra forte che ha tanta qualità e in più l’esperienza di Ibrahimovic. Sarà difficile, ma andremo serenamente a Milano perché non abbiamo nulla da perdere. La vittoria contro Benevento ci permette di arrivarci meglio mentalmente, senza ansie. Conterà la prestazione“ ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, il portiere dell’Hellas Verona, Marco Silvestri.