“Il mio punto di forza è il dribbling. Quando entro in campo voglio dare sempre il massimo, fare assist ai miei compagni ed il terreno di gioco mi dà tanta adrenalina. Sono arrivato a 12 anni a Barcellona, era tutto nuovo e differente per me. Mi hanno accolto subito molto bene, dal primo giorno. Poi un giorno mi hanno comunicato che c’erano dei problemi con la FIFA (il suo acquisto ha violato le norme e ha portato al blocco del mercato blaugrana, ndr) – ha dichiarato Seung-Woo Lee a DAZN -Il diritto di recompra del Barcellona? In un futuro posso tornarci. Se mi piacerebbe? Magari… In Italia sto bene, a Verona mi trattano molto bene compagni e staff. Perché alla fine l’Hellas Verona riuscirà a centrare la promozione? Andremo in Serie A perché la squadra ha tanta qualità e giocatori buoni. Penso che riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo. Come vedo il mio futuro tra dieci anni? Al Barcellona…”.