“La stagione è andata oltre le aspettative perché puntavamo alla salvezza. Non all’ultima giornata, ma comunque l’obiettivo era quello. Se Il lockdown ha inciso sul rendimento? Credo che ci abbia danneggiato. Diciamo che abbiamo un piccolo credito da scontare con il destino. Però resta il fatto che sono orgoglioso di aver visto il Verona giocarsela contro chiunque e su ogni campo. Sintomo anche di una società decisa e trasparente. Un errore o un passaggio a vuoto che non ho digerito? La partita di Brescia, nella quale non si è visto il solito Verona. Abbiamo giocato sottotono rispetto ai nostri standard abituali, ma fa parte del percorso di crescita di un gruppo giovane. Un obiettivo per la stagione che sta per iniziare? Vogliamo dare stabilità alla nostra presenza in Serie A. E pertanto puntiamo alla salvezza cercando di mostrare bel gioco senza avere paura degli avversari. Restare in A è prestigioso e gratificante dal punto di vista sportivo, ma significa anche rafforzare la base del club dal punto di vista economico. Come sta l’Hellas dal punto di vista finanziario? Abbiamo rafforzato le fondamenta in questa stagione. Un percorso iniziato già nella stagione della promozione dalla B alla A” ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, il presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti.