“Juric e De Zerbi sono due allenatori con due concezioni diverse ma che hanno dato qualcosa di nuovo al calcio italiano. Uno basato più sulla qualità e sul possesso palla e palleggio, l’altro sull’agonismo e su tante idee con un calcio più fisico e d’impatto.
Strizzare l’occhio all’ottavo posto? E’ chiaro che tutto questo è sempre in funzione di cosa succederà nella sfortuna di questo campionato. Se non avremo tanti infortuni, se saremo bravi a mantenere una forma di un certo tipo, una volta raggiunta la salvezza l’obiettivo può diventare l’ottavo, settimo posto. E’ anche molto facile scivolare dodicesimi, non dobbiamo perdere l’agonismo che stiamo avendo in questo periodo” ha dichiarato a Sky Sport, il presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti.