Il presidente dell’Hellas Verona FC, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato di Sogliano, Toni, Iturbe, Romulo e…

– Se Luca Toni vuole rinnovare anche con un biennale, lo farei tranquillamente -.

Questo uno dei tanti temi toccato dal numero uno di via Belgio.

-Siamo gente a cui piace lavorare, anche se non dimentichiamo che siamo una neo-promossa. Vogliamo creare una società con certi crismi, con determinate regole e parametri-. Luca Toni continuerà col Verona? -Per noi era ed è una certezza, se volesse rinnovare anche per un biennale lo farei tranquillamente perché sorride, vuole fare calcio nel modo giusto-. E Sogliano? -Ha un contratto con noi, io sono felice di averlo preso perché lo seguivo da tanto tempo. Il Verona del futuro è già iniziato, Sogliano sta lavorando ed è questa la nostra forza-. Sul futuro di Iturbe, Setti si esprime così. -È un predestinato. Riesce a risolvere le partite. Tante squadre lo seguono, noi lo riscatteremo e poi vedremo. Se dovesse restare a Verona saremmo contenti, se andasse in un top club sarebbe un orgoglio per noi perché siamo comunque una neo-promossa. Juan in Italia? E’ difficile, non c’è la forza economica credo per poterlo acquistare…-. Romulo invece sta convincendo tutti, anche Prandelli. – Farà parte della Nazionale, non so se già al Mondiale. Ma è duttile, può ricoprire tanti ruoli. Del suo futuro stiamo parlando, ha ricevuto e deve dire grazie al Verona. Sta recuperando il suo valore, può giocare nei 5 top team italiani. Se vorrà restare non ci tireremo indietro, altrimenti vale lo stesso discorso di Iturbe. Con la Fiorentina c’è comunque un buon rapporto -. Fonte: gianlucadimarzio.com