“Esorto la squadra a continuare a giocare così. Se salvezza sarà bene, altrimenti si andrà avanti insieme. I colori dell’Hellas ce li ho tatuati sul corpo, continuerò ad investire nel Verona come ho fatto da quattro anni a questa parte dove nessuno è venuto a darmi una mano. La Serie B? Ci sono andati imprenditori del calibro di Pozzo, Cairo e Garrone, quindi… – ha dichiarato Setti – Perdere contro una squadra senza allenatore la dice lunga, c’è anche sfortuna. 8 punti in 19 partite? Non voglio dare colpe a nessuno, specie a chi non c’è più. Ma di errori ne sono stati commessi, questo è sotto gli occhi di tutti. Gli infortuni di Toni e Pazzini non hanno visto Mandorlini pronto a cambiare modulo”.