Ieri sera si è svolta la tradizionale cena di Natale dell’Hellas Verona nella Premium Area dello stadio Bentegodi. Appuntamento al quale hanno partecipato la prima squadra e le ragazze dell’Hellas Verona Women oltre a società, collaboratori del club e top sponsor. La serata è stata animata da Gaetano Pasetto, campione d’Italia con la Primavera gialloblù nella stagione 1966/67, con la cena servita dal catering Prandium. Erano presenti, tra gli altri, il Comune di Verona con l’Assessore allo Sport Filippo Rando, il presidente dello scudetto Ferdinando Chiampan e il presidente onorario Osvaldo Bagnoli accompagnato da Franco Nanni, oggi osservatore per l’Hellas. Con loro anche gli ambasciatori gialloblù. Durante la cena è intervenuto il presidente Maurizio Setti. Ecco le principali dichiarazioni: ”Ci tengo a fare personalmente i miei migliori auguri di Buon Natale a tutti voi che date quotidianamente il massimo per il Verona. Abbiamo un solo modo di concepire il lavoro, ovvero quello di applicarsi ogni giorno cercando di fare il meglio possibile. E con noi ci sono anche i nostri ambasciatori, ex calciatori che fanno della cultura, del sacrificio e soprattutto dell’umanità il principio fondamentale del loro lavoro. Sabato ho parlato con la squadra, guardandoci negli occhi. Contro il Pescara avevo chiesto loro di fare una prestazione come quella che poi tutti abbiamo visto: una prestazione che ci fa ben sperare soprattutto per le prossime partite che andremo ad affrontare. E a proposito del campo, qui c’è Andrea Danzi, un ragazzo di Verona, cresciuto nel Verona e che lunedì ha anche segnato: lui è l’esempio di come l’Hellas intenda crescere i ragazzi, e di come voglia continuare a farlo anche grazie all’aiuto di campioni che hanno vestito questa maglia”. Fonte: hellasverona.it