“È vero, è stata una mia decisione a gennaio di bloccare gli stipendi perché ero molto arrabbiato e purtroppo sono stato obbligato a saldare tutto nei giorni scorsi”.

Maurizio Setti