“Sogno nel cassetto? Fare meglio ogni anno. L’Atalanta è una realtà importante ma oggi noi pensiamo solo alla salvezza. Questa sera festeggiamo, dopo tante sofferenze, un periodo bello. Siamo tutti contenti, tifosi e società. La squadra è viva e gioca in tutti i campi a viso aperto. Per l’organico che abbiamo allestito ed i giovani in rosa, stiamo facendo davvero un bel percorso. Le critiche? Fanno parte di questo mestiere e ruolo; entro nell’ottavo anno come presidente dell’Hellas Verona e penso che abbiamo fatto delle belle cose e, quando abbiamo sbagliato, lo abbiamo ammesso – ha dichiarato il presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti, a Sky Sport – Il rapporto con Juric? Sincero, di poche parole. Io sono abituato a non disturbare, non lo chiamo mai a ridosso delle partite e spesso ci prendiamo, a vicenda, in giro. Mi auguro che la squadra continui così, il gruppo deve restare unito com’è, continuando a lavorare per raggiungere l’obiettivo. Mercato? Abbiamo tanti giocatori di valore e non credo che si sposteranno a gennaio, ma ne parleremo a fine campionato. Speriamo quindi che la valorizzazione dei giocatori aumenti. Oggi parlo solo di salvezza, meglio rimanere con i piedi molto per terra. Per ora, va bene così”.