Il presidente della Lega B Mauro Balata è intervenuto sulla decisione del Consiglio di Stato di oggi: “Il provvedimento di stamattina non è una novità perché quello che ha detto oggi il Consiglio di Stato è dello stesso tenore di quasi tutte le decisioni degli ultimi mesi: il bene primario che va messo in sicurezza è quello del calcio e la prosecuzione del campionato. Io credo che a questo punto il presidente Gravina, che è persona di grande cultura e che stimo, dovrà escludere dall’ordine del giorno del prossimo Consiglio federale il punto relativo all’ordinanza del TAR perché è superato dalla decisione del Consiglio di Stato con la convinzione che lui e gli altri consiglieri federali tengano conto di questi principi giuridici considerando che, se le decisioni saranno davvero diverse, le società associate subiranno ingenti danni di cui dovranno rispondere i responsabili“. Nella foto, il presidente Balata riceve la Stella al merito dalle mani del Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho. Fonte: Lega B